Il parco della salute

Successivamente a diversi, complessi e articolari passaggi si è arrivati nell’agosto del 2006 alla stipula del protocollo di Intesa tra Regione Lazio, Azienda ASL Roma H, e Comune di Ariccia che ha segnato il raggiungimento di un unico obiettivo: realizzare il Nuovo Ospedale dei Castelli Romani, opera di rilevante interesse pubblici per la riqualificazione del sistema sanitario a livello comprensoriale e regionale, nonché di di notevole impatto socio economici e occupazionale del territorio.

Secondo questi orientamenti sono state definite tutte le tappe da percorrere per il perseguimento dell’Obiettivo Ospedale e al fine di consentire l’avvio procedurale dell’iter della progettazione della struttura ospedaliera e la conseguente realizzazione attraverso lo strumento della variante urbanistica, è stato possibile individuare ulteriori 5 ettari per la realizzazione di infrastrutture per servizi speciali privati collegati per ragioni funzionali diverse e di servizio accessorio all’ospedale.

Il comparto destinato alla realizzazione del Parco della Salute comprenderà le quattro aree

  • Un RSA post-acuzie con accordo di convenzione con la Regione Lazio di 120 posti residenziali ed è dimensionata tenendo conto degli standard e degli indici di riferimento della normativa delle RSA considerando anche un’adeguata dotazione di spazi di relazione, di servizio di supporto, di servizi generali che garantiscano il funzionamento complessivo della struttura
  • Un  centro congressi – auditorium per convegni di aggiornamento professionale che prevede una capienza di ca. 700 posti, organizzato su un livello dedicato a spazi di scambio polifunzionali e un livello dedicato all’auditorium con annessi servizi di supporto.
  • Un albergo e strutture ricettive per la ristorazione, dotata di tutte le comodità necessarie per accogliere gli ospiti del centro congressi ed i famigliari e pazienti in attesa di ricovero presso l’ospedale di 240 posti
  • Un’area destinata  ad accogliere l’università per attività legate alla didattica con annessa foresteria.  Il  complesso è articolato su due strutture e dimensionato in relazione agli attuali standard per l’edilizia universitaria (standard previsti per gli stupendi di medicina e chirurgia che sono più elevati di quelli previsti per altri corsi di laurea) e dovrà accogliere due corsi di laurea brevi per un totale di ca. 200 studenti per ciascun corso di laurea. L’edificio destinato a Foresteria sarà strettamente connesso alla struttura didattica e ricerca e dovrà essere in grado di ospitare almeno 100 persone (visiting professors) dotato di tutti i livelli di confort necessari.

 

L’accesso alle diverse strutture del parco della Salute sarà garantito da un sistema di viabilità con separazione dei percorsi e delle piazze pedonali, delle vie veicolari tangenti lungo due lati e collegati direttamente al comparto ospedaliero. Questa rete viaria viene realizzata direttamente dal Comune di Ariccia.