Il Nuovo Ospedale

Il policlinico dei Castelli Romani, o Nuovo Ospedale dei Castelli Romani, è una struttura ospedaliera attualmente in costruzione in località Fontana di Papa, nel territorio comunale di Ariccia, in provincia di Roma, nell'area dei Castelli Romani. Il policlinico raccoglierà i reparti finora frazionati tra gli ospedali di Genzano di Roma, Albano Laziale, Ariccia e Rocca Priora, e fornirà assistenza sanitaria anche alla fascia territoriale di Pomezia ed Aprilia.


 

Le caratteristiche che dovrà avere il Nuovo Ospedale sono state definite in:

  • la  disponibilità   di  servizi  diagnostici   di  alto  livello  in  grado  di  dare  risposte multidisciplinari ai casi complessi e di fare da filtro verso Roma;
  •  la  capacità   di  risposta   complessiva   alle  situazioni   di  emergenza   –  urgenza comparabile almeno a quella di un DEA di 1° livello, pronto però a divenire un Dea di 2ndo livello;
  •  l’organizzazione a struttura dipartimentale;
  •  il  mantenimento   della  funzione  riabilitativa   dell’attuale   Ospedale   Spolverini   di Ariccia, vocazione sanitaria che in termini di professionalità non deve essere assolutamente dispersa

Al fine di:

-          assicurare la massima sicurezza dei pazienti e degli operatori;

-          promuovere l’umanizzazione della struttura e delle cure;

-          assicurare illuminazione ed aerazione naturale in tutti gli ambienti;

-          ottenere un notevole risparmio energetico;

-          separare i servizi di diagnosi e cura dagli spazi delle degenze;

-          separare  le  attività  rivolte  ai  pazienti  ricoverati   da  quelle  rivolte  ai  pazienti ambulatoriali;

-          razionalità dei percorsi.

Le linee preliminari di costruzione sono quindi:

1. Scelta del corpo triplo per le degenze;

2. Separazione dei servizi di diagnosi e cura dagli spazi delle degenze;

3. Razionalità dei percorsi

 

Nell’ambito  della strategia  generale  la proposta progettuale ha dato grande attenzione agli aspetti funzionali del nuovo Ospedale dei Castelli.

L’ospedale sarà quindi così composto:

  • una  grande  area di servizi (piastra) al piano terra
  • un  monoblocco articolato di 3 piani al di sopra della piastra
  • un esteso piano seminterrato per servizi, garage ed aree per futura utilizzazione

Nella piastra al piano terra sono stati ubicati:

  • Hall di ingresso principale
  • Servizi di accoglienza
  • Accettazione amministrativa
  • Accettazione sanitaria
  • Servizio Dialisi (16 p.l.)
  • Servizio Riabilitazione
  • D.H. Riabilitazione (15 p.l.)
  • Scuola di Formazione – Uffici
  • Direzione Sanitaria e Amministrativa
  • Centro trasfusionale – Emoteca
  • Ambulatori (n. 40)
  • CUP
  • Centro Prelievi
  • Blocco Indagini Strumentali
  • Diagnostica per Immagine
    Medicina Nucleare
  • S.P.D.C. (13 p.l. + 2 p.l. D.H.)
  • Osservazione Breve (12 p.l.)
  • Pronto Soccorso

Ingressi dedicati dall’esterno sono previsti per i seguenti settori:

-          Servizio di accoglienza

-          Ambulatori

-          Pronto Soccorso

-          Centro Trasfusionale

-          S.P.D.C.

-          Servizio di Riabilitazione e D.H. Riabilitativo

Con la previsione del Servizio di Riabilitazione  ed il D.H. Riabilitativo al livello piastra con ingresso  diretto  ed autonomo  dall’esterno  e la sistemazione  dell’area  delle  degenze  di Riabilitazione  (35 p.l.) al primo  piano,  immediatamente  al di sopra  e collegata  con un corpo  scale  e  2  elevatori  dedicati,  si  è  voluto  dare  una  connotazione  particolare  e privilegiata al Blocco della Riabilitazione, destinato ad ereditare la “vocazione e la professionalità” del glorioso Ospedale Spolverini di Ariccia.

Il blocco inserito tra l’Area dell’Emergenza e l’asse trasversale che lambisce il nucleo principale centrale dei collegamenti verticali comprende:

  • Al piano  terra,  la Diagnostica  per Immagini  ed il blocco  delle  Indagini  Funzionali  e Strumentali con l’Emodinamica
  • Al  piano  primo,  l’Area  delle  Terapie  Intensive  e  Subintensive  ed  il  Blocco  Parto, quest’ultimo complanare con l’Area Materno-Infantile  e l’U.T.I.N.
  • Al piano secondo, il Complesso Operatorio con la Sterilizzazione,  complanare con l’Area della Chirurgia
  • Al piano terzo, il Laboratorio Analisi

 

 Esplora anche la descrizione dei singoli reparti